Cos’è

Il Regolamento EUTR (Timber Regulation) è il nome con cui viene comunemente chiamato il Regolamento UE 995/2010, lo strumento pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea il 20 ottobre 2010 con cui l’UE intende impedire il commercio di legno illegale nei Paesi membri.

L’obiettivo dichiarato della Timber Regulation, è quello di rendere l’Europa il primo mercato mondiale totalmente libero da legname proveniente da gestione forestale e taglio illegale.

Il Regolamento EUTR disciplina la prima immissione sul mercato europeo di legno e prodotti da esso derivati, compresa la filiera della carta, attraverso qualsiasi mezzo, qualunque sia la tecnica di vendita, con destinazione la distribuzione o l’uso nell’ambito di un’attività commerciale a titolo oneroso o gratuito, con riferimento ad ogni prodotto individuale, nel corso di un’attività commerciale.

Non costituisce «commercializzazione» la fornitura sul mercato interno di prodotti del legno ottenuti da legno o prodotti da esso derivati che sono già stati immessi sul mercato interno dell’Unione Europea.

Il Regolamento EUTR non ha effetto retroattivo e non si applica quindi ai prodotti già immessi nel mercato UE prima del 3 marzo del 2013. Per i legnami acquistati o lavorati prima di tale data, farà fede la data di sdoganamento.

Tuttavia gli operatori devono dimostrare di avere implementato un sistema di dovuta diligenza, operativo dal 3 marzo; ciò significa che le organizzazioni devono essere in grado di identificare le forniture antecedenti a tale data e quelle successive.

Controllo della corretta applicazione del Regolamento

L’Italia ha designato come autorità competente per l’applicazione del Regolamento EUTR il MIPAAF (Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali), che ha incaricato il Corpo Forestale dello Stato per I controlli che saranno effettuati per verificare che gli operatori rispettino i requisiti stabiliti.

I controlli, effettuati secondo un approccio basato sul rischio, possono includere l’esame del sistema di dovuta diligenza (link alla pagina della DOVUTA DILIGENZA), incluse le procedure di valutazione e di attenuazione dei rischi, l’esame della documentazione e dei registri atti a dimostrare il corretto funzionamento del sistema e delle procedure e controlli a campione, comprese verifiche in loco.

Sanzioni

Le sanzioni previste dal Regolamento EUTR possono comprendere sanzioni pecuniarie commisurate al danno ambientale, al valore del legno o dei prodotti da esso derivati in questione e alle perdite fiscali, nonché al danno economico derivanti dalla violazione; il sequestro del legno e dei prodotti da esso derivati; l’immediata sospensione dell’autorizzazione ad esercitare un’attività commerciale.